giovedì 13 Giugno 2024
spot_img

Taiwan Excellence Latina, contro Biosì Indexa Sora arriva la prima vittoria in campionato

La Taiwan Excellence Latina centra la prima vittoria stagionale contro la BioSì Indexa Sora sul campo di Frosinone nella terza giornata della Superlega UnipolSai. Una gara dominata nei primi due set e poi rimessa in carreggiata dai ciociari che hanno portato i pontini al tiebreak.

La gara è iniziata con un minuto di silenzio per ricordare Ivan Ciattini storico funzionario Fipav.

Inizia subito bene Taiwan Excellente con il muro di Rossi sul 4-6 per poi inanellare, con Sottile al servizio, un filotto di sette punti con la coppia Rossi-Starovic invalicabile a muro (6-14), Nielsen accorcia 9-14, ma Latina accelera con un ace di Maruotti e due muri di Savani sull’11-21 e chiude con Starovic 15-25.

Secondo set: Barbiero cambia le carte in tavola ruotando la formazione e confermando Fey, ma sono gli ospiti ad aver la partenza lanciata con un muro di Starovic e un ace di Rossi (0-3), Petkovic ricuce sul 6-7 ma Taiwan Excellence cresce con Maruotti (anche un ace e una pipe) e Gitto a muro fino al 9-18 per poi mettere a segno quattro punti di seguito, di cui due muri consecutivi di Gitto e allungare 10-22 per chiudere 13-25.

Sembrava fatta e invece la Taiwan Excellence si complica la vita a partire dal terzo set. Con Nielsen e Fey in campo e i locali con Petkovic e un ace di Nilesen si portano 7-4, Starovic accorcia 8-7, ma un muro di Caneschi riporta il più tre, Sottile a muro per il 12-11 e Petkovic prima mette a terra il 17-14 e poi il 20-16,c’è il tempo per un muro di Seganov prima che lo stesso Petkovic chiude il parziale 25-19.

Equilibrio in avvio di quarto set con un ace di Starovic (1-3) e un muro di Sottile (9-11) e Starovic che allunga 10-13, ma Nielsen pareggia sul 13-13 e poi Petkovic e Fey allungano 18-14, Starovic accorcia e Rossi a muro accorciano 23-22 ma Nielsen chiude 25-23.

Il tiebreak si apre con il primo tempo di Gitto (0-2), muro di Savani (4-7), muro di Mattei (6-7), errore di Fey (6-9), muro di Mattei (7-9), contrattacco di Savani (7-11), muro di Petkovic (9-11), dentro Le Goff per alzare il muro e Petkovic tira fuori; Maruotti chiude il 9-14 e Le Goff di prima intenzione mette a terra il 9-15.

 

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img