sede Acqualatina

Api morte a Spigno Saturnia.

E la denuncia di un apicoltore della zona che avrebbe accusato della strage gli interventi di disinfestazione effettuati nella zona.

Immediata la risposta di Acqualatina

“Abbiamo letto il suo post e siamo dispiaciuti per quanto accaduto alle sue api ma le confermiamo che le nostre disinfestazioni avvengono da anni, e non hanno mai procurato alcun tipo di problema.Tali attività sono effettuate – spiega la società che gestisce le risorse idriche nell’Ato 4 – da ditte specializzate che operano nel rispetto della normativa vigente, con particolare attenzione per evitare la dispersione dei prodotti nell’ambiente e, in primis, nelle acque che distribuiamo, prelevate direttamente dal cuore della montagna”.

Le analisi effettuate dai laboratori di Acqualatina e dagli enti di controllo, inoltre, non hanno mai rilevato alcuna anomalia.

“La sicurezza e l’incolumità delle persone e della sorgente sono una priorità a cui diamo la massima attenzione.  In seguito alla segnalazione, comunque, abbiamo attivato le opportune verifiche con le ditte incaricate. Si tratta di interventi indispensabili per la salute dei nostri dipendenti che lavorano presso le centrali e che, specie nei mesi estivi, sono esposti a rischio di punture e infezioni”.

La società, si è poi resa disponibile a supportare l’apicoltore nella ricerca delle cause della moria di api.

“Ci rendiamo disponibili da subito per supportare l’imprenditore nell’individuazione delle cause che hanno generato questo fenomeno e ad effettuare un sopralluogo congiunto“.