di Redazione – E’ una Piazza del Popolo gremita quella che ha visto partire questa mattina il corteo per la solidarietà al giudice Aielli. #stoconAielli è l’hashtag lanciato nei giorni scorsi per proporre una manifestazione silenziosa per far sentire al giudice Aielli la vicinanza di tutta la città. Il magistrato del Tribunale di Latina è stato vittima di un atto intimidatorio quando la settimana scorsa cinque manifesti mortuari con il suo nome erano apparsi anche nelle vicinanze della scuola delle figlie. A partire da questo episodio è partito un tam tam di solidarietà al giudice e molti politici locali hanno chiesto l’intervento del Ministro dell’Interno Angelino Alfano.

 manifestazione_aielli2Alla manifestazione di oggi la partecipazione è bipartisan, “senza colore e senza bandiera” come aveva chiesto il sindaco nei giorni scorsi. Oltre al primo cittadino. Giovanni Di Giorgi, al presidente Calandrini e a tutto il Consiglio comunale, che hanno spostato la riunione al pomeriggio per partecipare, erano presenti molti esponenti politici pontini come deputato Pasquale Maietta, il consigliere regionale Enrico Forte, il Presidente della Provincia, Eleonora Della Penna, e l’ex sindaco Vincenzo Zaccheo, le sigle sindacali provinciali di Cgl, Cisl e Uil e delle Acli, i magistrati con il presidente dell’Anm di Latina Mara Mattioli, il segretario Daria Monsurrò, il presidente del tribunale Catello Pandolfi e il procuratore capo Andrea De Gasperis. Anche se non fisicamente alla manifestazione, il Governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, ha manifestato vicinanza a chi è sceso in piazza e su Twitter ha scritto “Oggi a Latina studenti in piazza per Lucia Aielli, magistrato minacciato per le sue indagini contro le mafie. Siamo con loro #stoconaielli”.

Infatti sono gli studenti ad aver organizzato questa grande manifestazione che non si conclude con un corteo ma vedrà un’Assemblea nell’aula della Corte d’Assise e anche un momento di musica in piazza in serata.

CORTEO PER AIELLI, POSTICIPATO IL CONSIGLIO COMUNALE. E DI GIORGI DÀ GLI ULTIMI RITOCCHI ALLA GIUNTA

ATTO INTIMIDATORIO AI DANNI DEL MAGISTRATO LUCIA AIELLI: 5 AFFISSIONI MORTUARIE ACCANTO ALLA SCUOLA DELLE FIGLIE