lunedì 30 Gennaio 2023

Stefano Fassina presenta “Lavoro e libertà”, ovvero il ruolo della sinistra in un’epoca di svolta

di Redazione – Il lavoro come forma di libertà, così Stefano Fassina nel sul libro-intervista affronta un tema quantomai di attualità politica. “Non riesco a declinare i princìpi di uguaglianza e libertà se non parto dal lavoro” scrive l’ex viceministro dell’economia. Il volume vanta la post-fazione di Martin Schulz ed è stato scritto a sei mani con il giovane giornalista Roberto Bertoni e Andrea Costi, esperto in politiche ambientali e della “green economy”.

Il libro, edito da Imprimatur, è stato presentato martedì presso la sala stampa estera di via dell’Umiltà insieme con l’on. Angelo Rughetti, Sottosegretario di Stato alla Semplificazione e alla Pubblica Amministrazione; Claudio Sardo, Giornalista e scrittore; Gianni Bottalico, Presidente ACLI e Susanna Camusso, Segretario Generale CGIL.

Il sottotitolo del libro è emblematico “La sinistra nella grande transizione” a indicare l’importanza del compito che ha adesso la sinistra al governo in un’epoca in cui le è necessaria una svolta. Tra gli ospiti anche Angelo Deiana, presidente di Confassociazioni.

CORRELATI

spot_img
spot_img