Nuovo decreto di sequestro emesso dal giudice Valentini, su richiesta del pubblico ministero Simona Gentile, del complesso residenziale “Parco Mirage”.

I 21 villini di via Tiresia, in località Santilli, erano stati realizzati dalle società Immobildi Srl, Truglia Srl e Idea Srl e venduti a persone domiciliate nel casertano per un valore economico che si aggira intorno ai 5 milioni di euro. Il progetto originario però prevedeva la costruzione di un albergo.

Per questo nel 2014 erano state indagate 28 persone per lottizzazione abusiva. A loro carico è in corso il processo davanti al collegio del tribunale di Latina presieduto da Valentini, durante il quale nell’ultima udienza è stato sentito un consulente. Il dibattimento è ancora in corso quindi, ma nel frattempo due imputati sono deceduti. Uno è Antonio Faiola, all’epoca responsabile dell’ufficio tecnico del comune di Sperlonga e uno degli acquirenti degli appartamenti.

Il complesso era stato già sequestrato nel 2014. Oggi vengono apposti di nuovo i sigilli, dai carabinieri del Nipaaf di Latina e di Sperlonga, ai sensi della legge che prevede la confisca dell’area in caso di lottizzazione abusiva.

L’ipotesi accusatoria è quella di aver consentito l’illecita trasformazione di una struttura turistica ricettiva in appartamenti residenziali frazionando e alienando le singole unità immobiliari a persone fisiche in contrasto con il vincolo di unitarietà previsto dalle previsioni di piano vigenti.