venerdì 20 Maggio 2022

Spaccio tra insegnante e alunni nell’Agenzia di Formazione, la Lega interroga Zingaretti e Stefanelli

La notizia della docente di Latina che ha ceduto sostanze stupefacenti ai suoi alunni ha indignato non solo i cittadini del capoluogo pontino, ma ha scosso anche la politica.
A dire la loro sul caso di cronaca sono Orlando Angelo Tripodi, capogruppo regionale della Lega, e Sara Norcia, consigliere provinciale di Latina, anche lei esponente del Carroccio. I due annunciano un’interrogazione sul caso al presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e al presidente della ex Provincia di Latina Gerardo Stefanelli.
”Nel bel mezzo della pandemia – scrivono Tripodi e Norcia – una professoressa, finita sotto inchiesta ha regalato della droga agli alunni convocati nella sua abitazione, a partire dall’anno scolastico 2019-2020. Una 16enne si è sentita male, facendo emergere lo spaccio tra la docente e gli alunni. Si tratta di un’insegnante di Latina Formazione e Lavoro, l’agenzia della Provincia di Latina, che opera presso l’istituto di via Epitaffio nel capoluogo, una struttura storica della Regione Lazio. Non solo. Gli alunni hanno cercato di cogliere atteggiamenti poco professionali della professoressa anche nell’anno scolastico in corso, attraverso i cellulari. Come è possibile che la docente continui ad insegnare in quell’istituto? Il paradosso dei paradossi: si è dimessa l’insegnante che ha denunciato. Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e il presidente della Provincia di Latina, Gerardo Stefanelli, dovranno darci delle spiegazioni ed accendere i riflettori su un fatto assai grave”.

CORRELATI

spot_img
spot_img