domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Spaccio di droga tra Cisterna ed Aprilia: l’operazione di Polizia e Carabinieri

I Poliziotti del Commissariato di Cisterna di Latina, in collaborazione con il personale del Reparto Territoriale Carabinieri di Aprilia, hanno arrestato questa mattina due soggetti pluripregiudicati e denunciato un terzo individuo per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Operazione Antidroga Scaturita da Segnalazioni

L’operazione è nata da numerose segnalazioni che indicavano la presenza di una possibile piazza di spaccio in uno stabile situato in un quartiere popolare della città. Gli accertamenti iniziali hanno rivelato che alcuni soggetti si erano insediati abusivamente nell’appartamento segnalato, proteggendosi con grate all’ingresso e installando un sistema di sorveglianza con telecamere per monitorare gli accessi.

Indagini e Perquisizioni

Le indagini condotte mediante appostamenti, servizi di osservazione e testimonianze di acquirenti hanno confermato l’attività di spaccio. Stamattina, su delega congiunta dell’Autorità Giudiziaria, Polizia e Carabinieri, supportati da un’unità cinofila della Polizia di Stato, hanno effettuato perquisizioni presso lo stabile sospetto.

Nonostante le difficoltà create dalle barriere in ferro, l’operazione ha avuto esito positivo. Addosso a uno dei sospetti, che fungeva da vedetta all’esterno, sono stati trovati 0.7 grammi di crack-cocaina. All’interno dell’appartamento, sono stati rinvenuti un telefono cellulare, un sofisticato sistema di videosorveglianza con 8 telecamere, denaro contante per un totale di 7.695 euro nascosto sotto un materasso, e attrezzature per il confezionamento della droga, tra cui un bilancino di precisione e numerose bustine.

Sequestri e Arresti

Durante la perquisizione sono stati sequestrati 102 grammi di crack-cocaina e 31,5 grammi di hashish. A seguito di questi ritrovamenti, due individui sono stati arrestati per traffico di sostanze stupefacenti, mentre un terzo è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Gli arrestati sono stati condotti in carcere e sono a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Si ricorda che, essendo il procedimento nella fase delle indagini preliminari, vige la presunzione di innocenza per tutti gli indagati.

Restituzione dell’Immobile

L’appartamento, occupato abusivamente, è stato restituito al Dipartimento Valorizzazione del Patrimonio e Politiche Abitative di Roma Capitale per le procedure di regolare riassegnazione.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img