Picca

Era stato sorpreso con tre bottiglie incendiarie (armi da guerra secondo gli investigatori),  dopo aver minacciato di dare fuoco al ristorante dove la fidanzata stava festeggiando 18 anni. Oggi il 22enne di Priverno è stato condannato a 3 anni di reclusione.

Questa mattina si è svolta l’udienza preliminare davanti al giudice La Rosa. Il pubblico ministero Giammaria aveva chiesto 3 anni e 8 mesi. Al termine di una breve camera di consiglio è stata data lettura della sentenza. L’imputato, un 24enne di Sezze, ma residente a Priverno, difeso dall’avvocato Alessandra Del Duca, è stato condannato invece a 3 anni. Insieme al suo difensore aveva scelto il rito abbreviato, che prevede la riduzione di un terzo della pena.

I fatti risalgono al 28 agosto 2018. Era stata la nonna del giovane che, preoccupata per le frasi dette dal ragazzo che era in un evidente stato di agitazione, aveva chiamato i carabinieri.