Attenzione puntata sull’ambiente, sulle calamità naturali e in particolare sul rischio e dissesto idrogeologico grazie a SinergEx 2019.

L’iniziativa organizzata dalla protezione civile, dal 25 al 27 ottobre, è una grande simulazione di emergenza nei comuni di Aprilia e Cisterna.

Saranno impegnati a fronteggiarla circa 500 volontari e le principali sigle del volontariato civile: Fe. PI. Vol, ANNVVFC, ANPAS e Prociv Italia.

L’obiettivo è quello di dare coesione e sinergia ai differenti gruppi di volontariato per aumentare la loro efficacia come squadre mobili.

L’esigenza di mettere in atto l’esercitazione nasce dallo studio dei Piani di emergenza comunale che hanno messo in luce la reale possibilità di esondazioni di canali e di frane nel nostro territorio.

Nella provincia di Latina il 10 % della popolazione risiede infatti in aree a rischio allagamenti e alluvioni. Sono i dati dello studio Istat del 2017 che, con la mappa dei rischi dei Comuni italiani, mostrano come le fragilità del territorio pontino e del basso Lazio riguardino maggiormente la possibilità di esondazioni che, ad esempio, sismi e terremoti.

Così nelle tre giornate di SinergEX, le forze chiamate in campo si cimenteranno in una prova di evacuazione presso l’istituto Garibaldi di Aprilia, mentre nella stazione ferroviaria della città verrà simulato un allagamento.

Sarà poi allestito un campo base nell’area fiera di Campoverde dove saranno organizzate le attività di assistenza agli sfollati. Nella giornata di domenica i visitatori avranno poi la possibilità di conoscere da vicino i mezzi di soccorso.

Finalità dell’iniziativa è anche quella di far apprezzare ai cittadini le capacità e le potenzialità delle associazioni di protezione civile che presidiano le nostre città, così come quella di far assumere alla popolazione consapevolezza delle azioni da compiere in caso di calamità ed emergenze naturali.