venerdì 14 Giugno 2024
spot_img

Sindacati sul piede di guerra: mercoledì tutti in piazza!

Sciopero generale e lavoratori in piazza, mercoledì prossimo, per un’agitazione organizzata dai tre principali sindacati, Cgil, Cisl,e Uil. Uno sciopero che sarà articolato nelle ultime 4 ore di ogni turno di lavoro eccezione fatta per i dipendenti delle scuole gestite dai comuni che incroceranno le braccia nella prima ora di ogni turno di lavoro. Il motivo della sciopero la legge di stabilità e le finanziarie che non danno risposte al nostro Paese come afferma il segretario dello Spi Cgil di Latina, Raffaele D’Ettore. “Continua, legge dopo legge, la politica dei sacrifici sostenuta soprattutto dai lavoratori dipendenti e dai pensionati come è ormai esperienza di tutti i giorni – tuona la Segretaria Generale della Ugl, Maria Antonietta Vicaro –  ed è per questo che è assolutamente necessario, a nostro giudizio, invertire questo processo, rilanciando l’economia attraverso un alleggerimento fiscale sui lavoratori e le imprese”. Lo sciopero di mercoledì si inquadra in un azione di protesta messa in atto dalle organizzazioni sindacali contro il Governo. Lo scopo è quello, come conferma Maria Antonietta Vicaro, “di sensibilizzare la politica ad intervenire per difendere le imprese strategiche nazionali, come ENI, Enel e Finmeccanica, evitando svendite, utili solo a fare cassa e creare un ulteriore depauperamento degli asset industriali, con conseguenze di ulteriore impoverimento del Paese e della tenuta occupazionale”. A Latina la manifestazione prenderà il via con un presidio, che si terrà davanti alla sede della Prefettura, a partire dalle 10.00.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img