Avevano sostituito in larga parte le cosiddette bionde. Le sigarette elettroniche erano state scelte quale alternativa per smettere di fumare sigarette e negli ultimi anni si erano diffuse con estrema rapidità.

Ma le ultime notizie riguardo ai decessi, registrati per ora solo negli Stati Uniti, di persone colpite da una patologia ai polmoni, sembra legata all’uso delle e-cigarette, ha fatto scattare l’allarme.

Recentemente, infatti, il governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato il primo morto a causa dell’uso delle sigarette elettroniche. Si tratta un diciassettenne del Bronx.

Così la Regione guidata da Nicola Zingaretti si è rimboccata le maniche ed ha deciso di vietare l’uso della sigaretta elettronica negli uffici e negli ospedali del Lazio.

Si tratta di un provvedimento in fase di redazione da parte dell’assessorato alla sanità.

Il divieto, già operativo negli uffici regionali, si estende anche all’area circostante agli ospedali e i parcheggi.

Abbiamo deciso di intervenire anche nel Lazio –  ha spiegato l’assessore Alessio D’Amato -soprattutto per applicare un principio di precauzione, anche alla luce di quanto sta avvenendo negli Stati Uniti. Gli esperti ci invitano a intervenire”.