martedì 24 Maggio 2022

Sicurezza stradale, interrogazione di Fratelli d’Italia al Comune di Latina

Cosa si sta facendo per la manutenzione delle strade cittadine e quante richieste di risarcimento danni sono arrivate, nell’ultimo anno, al Comune di Latina?
Lo chiedono i consiglieri comunali di Fratelli d’Italia Gianluca Di Cocco, Matilde Celentano e Andrea Chiarato all’amministrazione Coletta attraverso una interrogazione presentata nella giornata di lunedì 13 dicembre.
“In questi giorni abbiamo girato il centro e diversi borghi di Latina, riscontrando un po’ ovunque una situazione di estrema difficoltà e degrado legata al manto stradale” spiegano i consiglieri.
Buche, guardrail di protezione divelti, assenza di segnaletica orizzontale che delimita le carreggiate e di quella verticale, sono tutti fattori che aumentano la pericolosità delle strade cittadine.
E’ pertanto dovere di un’amministrazione comunale tenere in considerazione che questi interventi rappresentano una priorità irrinunciabile, rispetto alla quale bisogna investire  e programmare.
“Abbiamo dunque presentato una interrogazione al fine di conoscere cosa sta facendo l’ente. In particolare se esistano dei progetti in itinere per la messa in sicurezza o per il rifacimento delle strade di pertinenza del comune di Latina, posto che la sicurezza e l’incolumità delle persone devono essere messe al primo posto, dando nel contempo maggiori certezze a tutti coloro che giornalmente frequentano tale tratto di strada. E infine quante richieste sono pervenute all’ente da parte di cittadini che hanno subito danni a cose e persone e a quanto ammontano le richieste di risarcimento danni. Perché c’è anche questo di problema” conclude la nota del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia
Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img