L’uomo non è niente altro che quello che progetta di essere; egli non esiste che nella misura in cui si realizza; non è dunque niente altro che l’insieme dei suoi atti, niente altro che la sua vita”. Jean Paul Sartre

Le parole del filosofo Sartre sono forti, arrivano profonde al cuore, al fegato e al cervello e quello che dicono spesso non piace.

Perché?

Quanti sono soddisfatti della propria vita? E quanti compiono azioni per cambiarla? Jean Paul Sartre teorizzava questo. Siamo solo quello che facciamo, non quello che avremmo voluto fare o realizzare.

Penso che in questo momento siano in tanti coloro che sono in trincea ,in prima linea, a vivere la loro vita e a compiere azioni per modificare le loro esistenze cercando di lasciare un segno.

Siamo Italiani e nella storia abbiamo sempre vissuto da protagonisti. E’ questo quello che siamo, e siamo cittadini europei e dimostreremo che questo continente ha ancora molto da dire.

E siamo cittadini del mondo e in quanto tali da quasi cento anni dimostriamo di portare avanti un messaggio di tolleranza e di pace. Certo ancora si parla di razzismo e di guerra ma non sono messaggi e comportamenti dominanti come molti vogliono farli passare.

Per chiudere con un’altra frase del filosofo: “La vita non ha senso a priori. Prima che voi la viviate, la vita di per sé non è nulla; sta a voi darle un senso, e il valore non è altro che il senso che sceglierete.”