Home Cronaca Si schierò con la coppia gay stalkerizzata, Paola Villa fece “solo il...

Si schierò con la coppia gay stalkerizzata, Paola Villa fece “solo il suo dovere”

0

L’ex sindaco di Formia, Paola Villa, è finalmente uscita dal procedimento penale che la vedeva accusata di aver preso le parti di una coppia gay tormentata dai vicini di casa, a Formia. E’ lei stessa con grande soddisfazione ed un pizzico di orgoglio a dare la notizia.

“Il Pubblico Ministero – ha detto – legge le carte, affronta la denuncia e lapidaria si esprime: il Sindaco ha solo fatto il suo dovere!”.

Poi spiega come sia andata a trovare la coppia omosessuale da anni stalkerizzata da vicini di casa con lancio di uova, di piatti rotti sulla porta di casa, con insulti scritti sui muri. Una coppia come tante altre, che vive la sua quotidianità, che ha tanti amici. Forse proprio di questo i due, più volte denunciati, non riescono a farsi una ragione.

Pasquale e Michele vivono a Formia in una casa popolare – ha detto sempre Villa – la casa è accogliente, c’è un piccolo giardino che loro hanno trasformato in un’oasi, vivono con il loro piccolo cane e cercano, Covid permettendo, di organizzare piccoli pranzetti con amici e parenti. Da tempo, però una coppia di loro vicini, non perde occasione per oltraggiarli, offenderli, arrivando ad azioni di sfregio, ora è la cassetta della posta, ora il citofono, ora la macchina e poi l’immondizia davanti casa, sottofondo di insulti, versi e rutti.

A nulla serve la solidarietà degli amici, dei altri vicini, dell’intera città, i vicini non si fermano, anzi, denunciano per ingerenza e abuso il Sindaco di Formia perché si è ‘schierata’ dalla loro parte, perché è stata di parte. Effettivamente, a casa di Pasquale e Michele ci sono andata, anche per vedere come si vive sotto paura e sempre sul chi va là. Anche per esprimere la solidarietà dell’intera comunità e per dire a Pasquale e Michele che non sono soli. E in quella occasione mi sono pure mangiata un bel pezzo di crostata.

Ora – ha concluso – tocca mangiarsi un’altra buona crostata per festeggiare l’amore in tutte le sue forme e il senso di comunità che fa sempre la differenza”.

Le bassezze della coppia di vicini esasperati dalla vicinanza di Pasquale e Michele negli anni hanno lanciato sulla loro abitazione escrementi, frutta marcia, immondizia, rami e vegetazione varie, pietre, uova e piatti. Da tempo tutto viene ripreso dalle telecamere e la giustizia farà il suo corso. Intanto è arrivata una prima vittoria.

Exit mobile version