Si è spento Aroldo Zanetti, l’ingegnere delle aziende pontine. Il ricordo del sindaco e dell’intera città

di Redazione – E’ morto Aroldo Zanetti, aveva 90 anni e si è spento a Roma. E’ stato l’ingegnere delle fabbriche pontine, ha progettato la Simmenthal di Aprilia, l’Abbot, l’Ibi sud, la Recordati, la Scherer. Aroldo era figlio di Aldo, ingegnere capo delle bonifica dell’Agro pontino, al quale Latina ha anche intitolato una strada.

Una famiglia che ha contribuito allo sviluppo della città di Latina prima e dell’industria pontina dopo, con la scomparsa di Aroldo – ha commentato il sindaco Di Giorgi – “viene meno una delle figure professionali che più hanno segnato il percorso di sviluppo del nostro territorio nel dopoguerra”.

“Aroldo – ha ricordato il primo cittadino – ha firmato tanti dei progetti che segnano la storia di questa terra specie sotto il profilo industriale ed economico”. Oltre alle opere già citate, Zanetti ha anche progettato e diretto i lavori della Banca d’Italia, ha creato l’illuminazione di parte della città di Latina, ha realizzato il cimitero nuovo e si è occupato del progetto dell’ospedale Icot.

SHARE