domenica 21 Luglio 2024
spot_img

Sfiducia rinviata, da Di Giorgi e Maietta plausi a Forza Italia (e a Fazzone). Moscardelli: pessimo spettacolo

di Eleonora Spagnolo – Non possono che essere soddisfatti Giovanni Di Giorgi e Pasquale Maietta per l’esito del Consiglio Comunale di oggi che ha deciso di rinviare la votazione della mozione di sfiducia per fare in modo che il sindaco possa gestire con il Prefetto una probabile emergenza rifiuti. “Io sono rimasto coerente con me stesso, ho detto che non mi sarei dimesso e avrei portato avanti il progetto della città, abbiamo tantissime emergenze. Moscardelli ha provato in tutti i modi a mandarci a casa e non c’è riuscito”, così ha commentato Giovanni Di Giorgi al termine del Consiglio Comunale. Ora per il sindaco viene prima l’emergenza rifiuti. Ma l’eventuale sfiducia rischia di essere solo rimandata. Di Giorgi lo sa: “L’intenzione è di andare avanti, chi mi vuole mandare a casa se ne assuma le responsabilità davanti alla città e agli elettori. Oggi è uscita una grande responsabilità: pensare prima ai problemi e poi la sfiducia”. Il sindaco ringrazia Forza Italia e i suoi consiglieri: “Hanno dimostrato responsabilità nei confronti della città. Io ho fatto appelli più volte e in zona Cesarini Forza Italia ha capito che un abbraccio (con il PD, ndr) avrebbe creato problemi al centrodestra e alla città”.

Complimenti a Forza Italia anche da parte di Pasquale Maietta. Il deputato di Fratelli d’Italia era parso ottimista sin dalla mattina, ma a conclusione del Consiglio può elogiare il partito di Fazzone: “Oggi Forza Italia ha messo da parte le questioni politiche che hanno movimentato il panorama in queste settimane, pensando a un bene superiore che sono la città e i cittadini. E davanti all’emergenza rifiuti, che oggi si paventa ma che rischia di diventare seria, ha preso questa posizione”. Un plauso “Anche a Calvi e Fazzone a tutti i consiglieri presenti per la maturità politica dimostrata”. Ma la mozione di sfiducia è solo rinviata. Maietta non ne fa un dramma e si mostra ottimista: “Quello che accadrà lo vedremo, le pagine di questi giorni saranno scritte da chi come me si sta adoperando per il bene comune della città di Latina. Forza Italia oggi ha dimostrato maturità, sulla base di questo si possono creare i presupposti per il mantenimento di dodici mesi di governo nell’interesse dei cittadini”. “È un bel giorno perché è l’inizio di un nuovo dialogo”, conclude il deputato di FdI.

Ma Forza Italia in una nota ha già chiarito la sua posizione: “Quanto accaduto oggi in Consiglio Comunale – scrivono i consiglieri – ha imposto la necessità di un rinvio della discussione al fine di evitare facili strumentalizzazioni in merito all’emergenza rifiuti e alla delicata situazione dei lavoratori della Latina Ambiente”. Non cambia l’opinione sul sindaco, almeno ufficialmente: “In linea con la nostra posizione chiederemo nella conferenza dei capigruppo che sia convocato al più presto, e con una data certa, il consiglio comunale con all’ordine del giorno la mozione di sfiducia al sindaco di Latina Giovanni Di Giorgi.”

Passa da Facebook il commento di Claudio Moscardelli, di tutt’altro tono: “Di Giorgi prende tempo per cercare di evitare la sfiducia. Il Consiglio deve essere convocato entro i primi di giugno. Siamo agli espedienti”. Moscardelli accusa: “La maggioranza politicamente non c’è da tempo e la città è paralizzata. Unica strada per resistere è la ricerca da parte di Di Giorgi del consenso di singoli consiglieri”. La sua conclusione è senza appello: “Un pessimo spettacolo dopo le dimissioni “irrevocabili” poi ritirate, la nomina dell’ex prefetto La Rosa e le sue dimissioni dopo tre mesi. Intanto la città è stremata”.

FORZA ITALIA SI RISCOPRE RESPONSABILE E NON SFIDUCIA DI GIORGI. DISFATTA PER IL PD

DI GIORGI, SFIDUCIA RINVIATA. CON LA SCUSA DELL’EMERGENZA RIFIUTI IL SINDACO PRENDE TEMPO

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img