domenica 10 Dicembre 2023

Compostaggio a Sezze Scalo, opposizione contenta della rinuncia ma: “Sindaco irrispettoso”

La questione è sempre la stessa, che ha occupato spazio sulla stampa locale e non in queste ultime settimane: quella della volontà della maggioranza in consiglio comunale di costruire un impianto di trattamento dei rifiuti, il così detto compostaggio, a Sezze Scalo.

Oggi il sindaco Lucidi ha annunciato di voler rinunciare al progetto e l’opposizione, che tanto si è battuta contro il progetto, esulta: “Decisione giusta anche se maturata in forte ritardo”. Questa la posizione degli esponenti di Pd, Fratelli d’Italia e Sezze Futura in merito alla decisione. E ancora: “Valutiamo positivamente la decisione, del sindaco e della sua maggioranza, di revocare la delibera e di comunicare al ministero la rinuncia al finanziamento: d’altronde è quanto da noi chiesto nella mozione discussa in consiglio comunale qualche settimana fa. Il nostro non è mai stato un NO a prescindere, ma un NO motivato dall’inutilità di quell’impianto e soprattutto dalla pericolosità dello stesso”.

E fin qui tutto ok… Ma, continuano: “Ci preme però, anche, sottolineare come le considerazioni del Sindaco, poste alla base di questa decisione, siano irrispettose del nostro ruolo che su questa vicenda è stato di denuncia, di sollecito, di iniziativa e di forte opposizione facendo da apri pista ad una sensibilità collettiva e popolare che ha risposto in modo ordinato e preciso. Pensiamo che questa decisione sia maturata subito dopo l’ultimo question time quando abbiamo evidenziato ulteriori elementi che si andavano ad aggiungere agli errori già rilevati, alla frettolosità della scelta, alla mancanza di condivisione, alla imprecisione del lavoro svolto, alla irrilevanza dell’impianto rispetto alle vere problematiche della gestione dei rifiuti e finanche all’acquisizione di tutti i documenti da parte dei Carabinieri”.

E infine la stoccata: “La cittadinanza in modo democratico ha scelto questa maggioranza e questo Sindaco alla guida della città e non possiamo che rispettarne il volere, ma questo primo semestre ha evidenziato, in diverse occasioni, mancanza di esperienza e di capacità di sintesi. Ribadiamo quindi, ora più di allora, che la nostra vuole essere e sarà una opposizione costruttiva finalizzata al bene del paese e al contempo riteniamo che, visto le frequenti difficoltà che la maggioranza dimostra nella gestione della cosa pubblica, oggi il nostro ruolo assume un valore ancora più importante e determinante”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img