giovedì 29 Settembre 2022

Sezze, le loro foto compaiono nel fascicolo dell’inchiesta Omnia2: sei cittadini presentano querela

Una denuncia per trattamento illecito dei dati è stata depositata presso il comando provinciale dei carabinieri di Latina a seguito della diffusione, avvenuta nei giorni scorsi, di atti giudiziari riservati avvenuta tramite l’uso di whatsapp.

A sporgere querela sei cittadini di Sezze: Paolo Rizzo, Vanessa Cocco, Mariangela Cammarone, Veronica Zomparelli, Francesca Pensabene e Valeria Parente. I denunciati sono stati raggiunti sulle utenze personali da altrettanti conoscenti che segnalavano la loro presenza nel documento di 594 pagina relativo alle indagini sulle note vicende accadute a Sezze in relazione al presunto giro di prostituzione che aveva come teatro il cimitero cittadino.

In particolare, le fototessere di Rizzo, Cocco, Cammarone, Zomparelli, Pensabene e Parente sarebbero state sottoposte ad alcuni testimoni per identificare persone presumibilmente connesse all’indagine durante la raccolta di sommarie informazioni da parte degli investigatori.

Il tam tam in paese ha sollevato non pochi problemi alle persone che, incredule, hanno visto le proprie foto sull’atto di indagine pur essendo totalmente estranee alla vicenda. Cosa che ha ovviamente minato in qualche modo la loro reputazione.

La querela per violazione della privacy è stata perciò depositata, singolarmente, da ciascuno dei sei cittadini a tutela della propria reputazione, messa in dubbio da questa ignobile fuga di notizie.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img