venerdì 27 Maggio 2022

Sezze, dalla regione 100 mila euro per un primo intervento conservativo delle orme di dinosauro allo Scalo

Un primo passo verso la creazione di una parco archeologico, li dove una volta c’era la cava di pietra, a Sezze Scalo, è stato fatto.

Come si ricorderà, proprio all’interno del perimetro della ex cava, è stata rinvenuta una lastra di pietra con impresse orme di dinosauro risalenti a circa 95 milioni di anni fa.

L’amministrazione comunale ha annunciato di aver ottenuto un finanziamento da 100 mila euro dalla regione, che permetterà un primo intervento di messa in sicurezza del sito.

Soldi che, come ci spiegano dagli uffici comunali, serviranno al primo intervento di conservazione del sito. Tre saranno gli step di questo primo intervento: la realizzazione del progetto, l’acquisto dell’area e l’intervento vero e proprio, che prevede la costruzione di un paramassi, visto che la traccia di orme lasciate dal dinosauro è posizionata giusto sotto la parete rocciosa. Quindi verrà istallato uno speciale telo che dovrebbe proteggere il sito dalle intemperie.

Interventi che non saranno sufficienti per creare un parco archeologico ma che rappresentano un primo step. Dalla regione, infatti, considerano il sito di forte interesse archeologico e paleontologico per cui, passo dopo passo, il parco dovrebbe vedere la luce. Un parco, già riconosciuto monumento naturale, che comprenderà anche altri due siti della zona: la grotta Iolanda ed il riparo Roberto.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img