dimissioni Sezze
Il Comune di Sezze

Una lettera di sollecito, scritta su iniziativa del consigliere comunale di Sezze Serafino Di Palma, e sottoscritta da tutti e 17 i consiglieri comunali, oltre al sindaco Sergio Di Raimo, è stata inoltrata quest’oggi alla regione Lazio ed alla Asl di Latina.

Nella missiva si chiede, per l’appunto, di sollecitare l’istituzione delle Usca, come previsto dalla legislazione vigente.

Le così dette “Unità speciali di continuità assistenziale USCA, istituite ai sensi dell’art. 8, D.L. 9 marzo 2020 n. 14, svolgono un ruolo essenziale nella gestione domiciliare dei pazienti affetti da COVID-19 che non necessitano di ricovero ospedaliero”, come si legge nella lettera, inviata per conoscenza a tutti i consiglieri regionali pontini, compreso il setino Salvatore La Penna.

La richiesta del comune specifica come, lo scorso 7 dicembre, il direttore della Asl Casati avesse risposto al sindaco, ad identica richiesta, “presumibilmente, l’operatività delle USCA è prevista entro la fine della prossima settimana”. Sindaco e consiglio comunale sottolineano come “La ASL di Latina ad oggi incomprensibilmente non ha ancora istituito le USCA, non ha concluso il procedimento e non ha esposto le ragioni del ritardo”.

In conclusione: “Tutto ciò premesso e considerato, per far fronte alla emergenza epidemiologica da Covid 19, con la presente sollecitano ulteriormente la Regione Lazio e la ASL di Latina ad adempiere all’atto di competenza del proprio ufficio per la istituzione delle Unità speciali di continuità assistenziale (USCA) del comprensorio Monti Lepini”.