martedì 18 Giugno 2024
spot_img

Sezze, firmata una convenzione tra comune ed università per la valorizzazione del patrimonio archeologico

“Al nostro patrimonio naturale e archeologico serviva un progetto di medio e lungo periodo e per farlo però avevamo bisogno di gettare le fondamenta, ovvero un lavoro nascosto che non si vede agli occhi ma senza il quale non ci sarà mai un progetto duraturo e stabile, solo progetti di brevissimo respiro”.

Con queste parole il sindaco di Sezze, Lidano Lucidi, ha voluto presentare la convezione che lo stesso primo cittadino, a nome dell’ente, ha sottoscritto con la cattedra di Archeologia Preistorica – Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata.

Un accordo che mira alla valorizzazione del patrimonio naturale e archeologico di Sezze.

“Nei mesi passati – continua Lucidi – c’è stata una fitta interlocuzione con la Soprintendenza nella persona del Dott. Francesco Di Mario e dell’Università Tor Vergata con il Prof. Mario F. Rolfo, ovvero i protagonisti degli scavi e dei ritrovamenti a Grotta Guattari a San Felice Circeo, una scoperta di livello internazionale. Questo lavoro ha portato alla stesura di una convenzione tra il Comune di Sezze e la Cattedra di Archeologia Preistorica di Tor Vergata del Prof. Rolfo per far sì che Sezze diventi un centro di ricerca”.

Il Comune affida all’Università lo svolgimento di attività di ricerca e valorizzazione del patrimonio archeologico preistorico, protostorico e naturalistico nell’ambito delle attività di tutela e conservazione del territorio del Comune, la concertazione delle attività didattiche e divulgative comprendenti anche la preparazione di materiale documentario diretto all’educazione e alla conoscenza delle risorse storico-archeologiche ed ambientali del Comune.

Le attività si svolgeranno nel periodo di 60 mesi, periodo che potrà essere rinnovato, i risultati ottenuti e le eventuali scoperte potranno essere oggetto di pubblicazione in accordo tra le parti: “Voglio ringraziare la Soprintendenza nella persona del Dott. Di Mario e l’Università Tor Vergata nella persona del Prof. Rolfo per aver accettato di scommettere sul nostro territorio, un territorio dalle grandi potenzialità ancora inespresse”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img