perquisizione cimitero Sezze

Una vicenda che ha lasciato sconcerto e disorientamento a Sezze.

Il blitz dei carabinieri ieri mattina, la perquisizione nell’abitazione di Fausto Castaldi come disposto dalla procura di Roma, il sequestro  di due computer e di altro materiale non solo informatico.

I reati contestati al 63enne, custode del cimitero, sarebbero quelli di induzione alla prostituzione minorile e favoreggiamento alla prostituzione.

I fatti si protraevano da alcuni anni.

Il materiale sequestrato sarà ora oggetto di attente verifiche.