venerdì 12 Luglio 2024
spot_img

Settimana europea della mobilità: ecco il programma di iniziative a Latina

Risparmio energetico e non solo, nella settimana della mobilità a Latina. Nei giorni scorsi, presso la sala De Pasquale del Comune di Latina, si è svolta la conferenza stampa di presentazione della settimana europea della mobilità, in programma dal 16 al 22 settembre. Il tema scelto per l’edizione 2023 è stato il “risparmio energetico”. Hanno partecipato alla conferenza il Sindaco di Latina Matilde Celentano, l’assessore ai Trasporti Gianluca Di Cocco e il dirigente del servizio Trasporti Daniela Prandi per illustrare ai presenti il programma di eventi e iniziative che avranno luogo e gli obiettivi prefissati.

Ad anticipare gli appuntamenti della settimana ci sarà, questo pomeriggio alle ore 18 in piazza del Popolo, il “Pigiama run” organizzato dalla Lilt. Si tratta di un’iniziativa sportiva benefica che si svolge contemporaneamente in 20 comuni italiani le cui donazioni andranno alla lotta ai tumori pediatrici. Nei giorni seguenti verranno organizzate conferenze in merito al risparmio di energia nel Tpl, alla micromobilità elettrica, alla sicurezza e mobilità sostenibile per i più piccoli, alla ricerca e alla mobilità per il futuro. Tra gli appuntamenti, lunedì 18, grazie alla collaborazione del Rotary Club, in via sperimentale verrà posizionato un monumento in via Costa e spostati i parcheggi di fronte all’ex banca d’Italia, con un aumento degli stalli. Durante la settimana della mobilità, inoltre, ci sarà l’inaugurazione del collegamento ciclabile Latina-Latina mare tratto funzionale “Piazzale dei Bonificatori-via del Lido”. La passeggiata lungo il percorso sarà un’occasione per far conoscere la rete ciclabile cittadina attraverso la nuova parte ultimata e per indurre i cittadini alla mobilità alternativa.

Durante la conferenza, inoltre, sono state ricordate le agevolazioni previste – e confermate – per i cittadini di Latina che scelgono di utilizzare i mezzi pubblici al posto del mezzo privato. Oltre alle agevolazioni regionali che permettono una riduzione del 90% in base ai criteri dell’ISEE e a quelle nazionali che, tramite il bonus trasporti del MIT, prevedono una riduzione di 60 euro in base a criteri ISEE, ci sono quelle locali citate dall’assessore ai Trasporti. A Latina, infatti, la Csc ha previsto una riduzione del 100% sugli abbonamenti per gli over 65 con ISEE inferiore a 10.000 euro, del 50% per gli over 65 e sempre del 50% per gli studenti.

“Il Comune di Latina – ha dichiarato il Sindaco – non poteva mancare a questo appuntamento europeo per la mobilità sostenibile. Non poteva mancare per tradizione, ma anche e soprattutto per la volontà politica di questa amministrazione che su questa tematica è in continuità con la precedente. Sosteniamo, infatti, progetti connessi alla sostenibilità ambientale, allo sviluppo sociale ed economico, alla conversione della mobilità sostenibile. Sosteniamo i progetti che favoriscono il risparmio energetico e l’utilizzo delle fonti energetiche alternative e riteniamo di fondamentale importanza la sensibilizzazione dei giovani rispetto alle tematiche della mobilità sostenibile.

Sono un sindaco medico e, come tale, non posso che sottolineare l’importanza della mobilità attiva. Parliamo della scelta di usare la bicicletta o andare a piedi per i propri spostamenti abituali (lavoro, scuola ecc), in alternativa all’uso dei veicoli. La mobilità attiva fa bene al pianeta e all’umanità. Andare a piedi o in bicicletta contribuisce alla riduzione delle emissioni di Co2 in atmosfera. E su questo siamo tutti d’accordo. Ma andare in bici o muoversi a piedi, camminare, fare attività fisica per muoversi, è senza dubbio il miglior beneficio che possiamo apportare al nostro corpo, attivando il metabolismo, riducendo la massa grassa, attivando la circolazione, prevenendo le malattie cardiache. Mi piace pensare oggi a una Latina protagonista nella divulgazione delle buone pratiche in questa settimana europea della mobilità sostenibile”.

“Il tema scelto per l’edizione 2023 è il risparmio energetico – ha affermato l’assessore Di Cocco – il settore dei trasporti, infatti, è il secondo settore più inquinante in Europa: secondo l’Agenzia Europea dell’Ambiente, questo sarebbe responsabile della produzione di quasi un quarto delle emissioni totali di CO2 in Europa, delle quali oltre il 70% proviene dal trasporto su strada. Un primato certamente non lusinghiero e che non dà segnali di inversione, basti pensare che le emissioni non hanno fatto altro che aumentare negli ultimi cinque anni. Dati in netto contrasto con gli obiettivi contenuti all’interno del Green Deal europeo, ovvero il “pacchetto” di iniziative proposte dalla Commissione europea per raggiungere il tanto ambizioso – quanto necessario – obiettivo di “emissioni-zero” nel continente entro il 2050. Il comune di Latina per far ben comprendere le iniziative che intende portare avanti in tal senso, ha avviato come strumento propedeutico la redazione del Piano Urbano della Mobilità Sostenibile in conformità a quanto previsto dalle linee guida ministeriali che definiscono i macro-obiettivi minimi obbligatori. Il PUMS vuole rispondere alla domanda: “in quale tipo di città vogliamo che vivano i nostri figli?”. Insieme alla redazione del PUMS, che ha un orizzonte temporale di 10 anni e quindi individuerà quelle che sono le strategie e le azioni da realizzare nel breve medio e lungo periodo, verranno redatti i piani di settore relativi al traffico urbano, alla sosta, al trasporto pubblico alla ciclabilità, per definire in modo puntuale i principali interventi da realizzare nei diversi ambiti affinché il piano possa contribuire in modo significativo a migliorare la qualità degli spostamenti in città. Proprio nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità a cui la città di Latina ha aderito e si appresta a vivere abbiamo inserito una tappa fondamentale per la redazione del PUMS che è quella di ascolto del territorio di portatori di interesse e cittadinanza. Il programma, infatti, prevede due giornate dedicate a portatori di interesse e alla cittadinanza per il coinvolgimento finalizzato all’individuazione delle priorità degli Obiettivi di Piano, a partire dalle indicazioni Ministeriali”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img