martedì 30 Novembre 2021

Sermoneta, adottato il nuovo Piano di emergenza di protezione civile

Il Comune di Sermoneta ha adottato il nuovo “Piano comunale di emergenza di protezione civile“, aggiornato con le più recenti normative nazionali e regionali. L’obiettivo è quello di intervenire in caso di problemi, individuando ruoli e responsabilità.

Il Piano, elaborato dagli uffici comunali con l’apporto esterno di consulenti del settore, prevede scenari di rischio sismico, rischio idraulico, di incidente rilevante, gli incendi e le alluvioni.

Consentirà la gestione dell’emergenza nella maniera più rapida e funzionale. L’Amministrazione comunale definisce così la struttura operativa in grado di fronteggiare le situazioni di prima emergenza: organizzare una struttura operativa comunale, formata da dipendenti comunali, volontari, imprese private, per assicurare i primi interventi; attivare i primi soccorsi alla popolazione; fornire adeguata informazione alla cittadinanza e attivare opportuni sistemi di allerta. Fondamentale la collaborazione con l’associazione di Protezione civile per la gestione dell’emergenza, ma anche della popolazione.

Per questo è prevista anche la presentazione alla cittadinanza e l’installazione di cartelli su tutto il territorio che identificano le aree di ammassamento e le informazioni basilari in caso di necessità.

Il primo piano comunale di protezione civile risale al 2008; il successivo è del 2016 mentre quello approvato nei giorni scorsi dal consiglio comunale rappresenta un aggiornamento.

“Il Piano di emergenza è stato finora applicato nelle situazioni di rischio incendi, ma non possiamo farci trovare impreparati in caso di improvvise calamità: dobbiamo essere pronti a dare risposte al territorio ma soprattutto ai nostri concittadini” hanno spiegato il sindaco Giuseppina Giovannoli e l’assessore alla protezione civile Alberto Battisti. “Sermoneta può orgogliosamente contare anche sul valido supporto della Protezione civile, che ringraziamo a nome di tutta la comunità per il lavoro svolto in questi anni a tutela del nostro territorio dagli incendi e dalle calamità”.

CORRELATI

spot_img
spot_img