E’ stato portato a Gaeta dai finanzieri del comparto navale lo yacht da regata “Lulworth“.

Si tratta del più grande cutter aurico del mondo – lungo 46 metri, con un albero di 52 metri e una superfice velica di oltre 1.300 mq – varato nel 1920.

Lo yacht, del valore di oltre 10 milioni di euro, era compreso tra i beni sequestrati nel febbraio 2017, su richiesta della procura di Roma, al faccendiere romano Gabriele De Bono.

L’imprenditore, è titolare di un patrimonio mobiliare – composto da imbarcazioni e auto d’epoca di pregio, tra cui Ferrari, Rolls Royce, Bentley e Jaguar – e immobiliare – comprese lussuose ville nel rinomato quartiere capitolino dell’Olgiata – stimato in oltre 40 milioni di euro.

Il gip del Tribunale di Roma ha disposto l’affidamento dell’imbarcazione in custodia giudiziale alla Guardia di finanza, che la impiegherà per l’addestramento del personale del comparto navale nelle operazioni organizzate dalla Scuola Nautica di Gaeta.