sabato 4 Febbraio 2023

Scuola, la crisi influenza le scelte degli studenti: boom di iscrizioni agli istituti alberghieri

di Redazione – La crisi, inevitabilmente, influenza le scelte dei lavoratori di domani. Gli studenti che quest’anno si sono trovati a scegliere l’indirizzo di studio per l’istruzione superiore hanno optato per percorsi scolastici che potessero, al termine degli studi, inserirli immediatamente nel mondo del lavoro.

Secondo i dati presentati alla prima Summer School sul Made in Italy, promossa da Coldiretti Giovani Impresa in collaborazione con l’Osservatorio sulla criminalità nell’agroalimentare, dei 537.242 alunni iscritti al primo anno delle superiori 267.534 (il 49,8%) hanno scelto un indirizzo liceale, mentre 165.000 ragazzi (30,8%) hanno optato per un Istituto tecnico, inoltre sono 104.000 (il 19,4%) gli studenti che hanno preferito un Istituto professionale.

Per la prima volta nella storia scolastica italiana, le iscrizioni all’alberghiero hanno superato quelle agli istituti tecnici con indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing tanto che a livello nazionale l’indirizzo alberghiero è il più richiesto dopo lo scientifico. Infatti secondo un sondaggio di Coldiretti/Ixè il 54% dei giovani preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale (21%) o fare l’impiegato in banca (13%).

CORRELATI

spot_img
spot_img