Il Coronavirus riporta il certificato medico nelle scuole.

Sarà necessario portarlo quando l’assenza per malattia sarà superiore a 3 giorni “per la riammissione nei servizi educativi/scuole dell’infanzia, con l’attestazione dell’assenza di malattie infettive o diffusive e dell’idoneità al reinserimento nella comunità scolastica e – spiega l’assessore regionale alla sanità del Lazio, Alessio D’Amato – per assenza per malattia superiore ai 5 giorni per gli studenti che frequentano la scuola dell’obbligo e la scuola secondaria di secondo grado”.

In queste ore in cui gli studenti stanno tornando tra i banchi dopo mesi di stop alle lezioni in presenza a causa del lockdown le incognite restano ancora molte.

“In entrambi i casi le assenze, rispettivamente superiori a 3 o 5 giorni, dovute a motivi diversi da malattia, potranno – conclude D’Amato – essere preventivamente comunicate dalla famiglia alla scuola che, solo in questo caso, non dovrà richiedere il certificato per la riammissione“.

Intanto nel Lazio nonostante siano diminuiti i tamponi rispetto ai giorni precedenti, oggi sono 9mila, i casi sono aumentati arrivando a  181 nelle ultime 24 ore.

Nella Asl Roma 1 sono 35 i casi nelle ultime 24h e di questi otto i casi con link familiare o contatto di un caso gia’ noto e isolato. Undici casi sono collegati ad un cluster dove e’ in corso l’indagine epidemiologica e sei i casi di rientr.

Nella Asl Roma 2 sono 40 i casi e tra questi quattro i casi di rientro, due dal Bangladesh, uno dall’Egitto e uno con link alla comunità del Perù. Tre i casi individuati dal medico di medicina generale. Ventidue sono contatti di casi già noti e isolati.

Nella Asl Roma 3 sono 20 i casi e si tratta di quattro casi di rientro, uno con link dalla Sardegna, due dal Messico e uno dall’Ucraina. Quattordici sono contatti di casi già noti e isolati.

Nella Asl Roma 4 sono 3 i casi e si tratta di contatti di casi gia’ noti e isolati.

Nella Asl Roma 5 sono 21 i casi e si tratta di contatti di casi gia’ noti e isolati.

Nella Asl Roma 6 sono 19 i casi e si tratta di due casi di rientro uno con link dalla Sardegna e uno dalla Sicilia. Otto i contatti di casi gia’ noti e isolati”.

“Nelle province si registrano 43 casi e zero decessi nelle ultime 24h – conclude D’Amato- Nella Asl di Latina sono tredici i casi e di questi cinque sono casi di rientro, tre da Singapore, uno dalla Campania e uno dalla Toscana. Tre sono contatti di casi gia’ noti e isolati. Nella Asl di Frosinone sono venti i casi e di questi tre hanno un link con l’Albania e quattro di nazionalita’ albanese hanno un link familiare tra loro. Cinque sono riferiti ad un cluster di una festa di compleanno noto e isolato. Nella Asl di Rieti si registrano dieci casi e si tratta di tre casi con link dalla Sardegna e quattro casi con link ad un cluster di una festa privata noto e isolato”.