di Daniela Pesoli – Omaggio sul lungomare di Scauri a Kobe Bryant, l’ex campione di pallacanestro dei Los Angeles Lakers deceduto il 26 gennaio insieme alla figlia 13enne e altre sette persone a seguito della caduta dell’elicottero su cui viaggiavano.

Il ritratto del cestista e la scritta “per Kobe” è stato realizzato all’ingresso dell’Arena Mallozzi. Sulla maglia del campione il numero 24, uno dei due (l’altro è l’8) che il giocatore ha indossato nel corso della sua carriera ventennale.

Autore del piccolo murale è Paolo Sardelli che ha militato nella squadra Basket Scauri e la scelta dell’Arena Mallozzi non è casuale, essendo il luogo dove si sono tenuti importanti tornei di pallacanestro a livello internazionale.

In memoria di Kobe Bryant e della figlia Gianna sono molti i murales apparsi in tutto il mondo. Il più originale è quello realizzato in sabbia da un surfista in California.

In Italia il più grande si trova a Napoli in un campo di basket outdoor.

All’elenco dei disegni che ricordano Kobe ora si aggiunge quello di Scauri.