La mamma degli imbecilli è sempre incinta, dice la saggezza popolare. Una massima sempre attuale, soprattutto quando ci si imbatte in segnalazioni come quella che abbiamo ricevuto questa mattina in redazione.

A scriverci, con tanto di prove fotografiche, uno degli operatori dell’azienda ABC di Latina, che però vuole rimanere anonimo. Ci ha contattato per segnalarci alcuni episodi capitatigli nello svolgimento del proprio lavoro.

Questa la descrizione dei fatti riportata dal nostro amico: “Mentre percorrevamo, la notte tra domenica e Lunedì 11/12 ottobre, con il mezzo aziendale via Nicolò Paganini, intorno alla mezzanotte venivamo colpiti con un masso di grosse dimensioni. Ci fermavano, ma non vedevamo nessuno e non riscontravamo nessun danno al Mezzo poiché, presumibilmente, il masso era caduto sopra al mezzo, ed è difficile salirci sopra per verificare.

La notte tra giovedì e venerdì 15/16 ottobre siamo usciti con un mezzo più piccolo. Dopo avere raccolto e ripulito la postazione dei palazzoni chiamate “le Vele” ci dirigevamo obbligatoriamente su viale Pier Luigi Nervi, strada a senso unico. Dopo alcuni metri, in prossimità della rotatoria, venivamo colpiti con un sasso di circa 30 cm, che colpiva il montante dello sportello lato passeggero, ammaccandolo vistosamente. Posso dire che se non ci fosse stato quel montante l’operatore seduto al lato passeggero si sarebbe sicuramente ferito. I punti dai quali questi scalmanati lanciano le pietre sono il ponte di Legno in viale Paganini, poi il ponte di legno di viale G. P. da Palestrina e tutto il lato destro, dove ci sono sterpaglie alte, sul lato destro del tratto di viale Pier Luigi Nervi, dall’uscita dei Palazzoni andando verso la rotatoria”.

C’è qualcuno, quindi, che per qualche motivo prende di mira a sassate, gli automobilisti, come scritto anche ieri in un altro articolo dal nostro quotidiano. Il nostro lettore anonimo ci ha comunque segnalato di aver presentato denuncia alle forze dell’ordine e di aver riportato i fatti all’azienda. La speranza è che, al più presto, si possa intervenire, per evitare che qualcuno si faccia male sul serio.