venerdì 27 Maggio 2022

Sapa, da Priverno a Roma: sit in dei lavoratori all’ambasciata norvegese e al Mise

Di Redazione – Come annunciato, i lavoratori della Sapa stamattina si sono presentati fuori l’ambasciata norvegese a Roma. La manifestazione arriva dopo il mancato accordo con l’azienda che è sempre più decisa a chiudere lo stabilimento di Fossanova. Insieme ai dipendenti anche i sindacati, che in coro ribadiscono le loro richieste: la Sapa deve cedere i suoi impianti ad altre ditte che possano eventualmente riassorbire i lavoratori.

L’ambasciata norvegese ha ricevuto una delegazione a cui ha promesso che contatterà i vertici dell’azienda, che ha per l’appunto sede in Norvegia. Anche il ministro Poletti ha assunto lo stesso impegno. Ora i lavoratori attendono di essere ricevuti anche da un responsabile del Ministero dello Sviluppo Economico, dove il sit-in si è spostato. Nei giorni scorsi il Mise ha tentato di mettersi in contatto con i vertici di Sapa a cui è stata inviata una lettere. Che è rimasta senza risposta.

CORRELATI

spot_img
spot_img