sanità Simeone
Roberto Speranza

“Nel fare gli auguri di buon lavoro al neo ministro, Roberto Speranza, auspico che quanto prima si faccia chiarezza sulle modalità d’uscita del Lazio dal commissariamento della sanità”.

Asserisce così il consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone, all’indomani della formazione del Governo Conte bis.

“Siamo infatti in attesa di conoscere nel dettaglio il resoconto dei tavoli di verifica di fine luglio – ha continuato il presidente della commissione sanità – Ricordo che è stato approvato in Consiglio un ordine del giorno che impegna Zingaretti e l’assessore D’Amato a depositare i verbali delle riunioni. Entrambi dovrebbero lavorare su un programma triennale che preveda una migliore struttura organizzativa, investimenti tecnologici e formativi, l’aumento di produttività dei servizi, un piano di riduzione delle liste d’attesa, non solo basato sulla riclassificazione della domanda ma sull’aumento dell’offerta, un potenziamento del personale tramite concorsi pubblici per l’assunzione a tempo indeterminato delle figure necessarie all’assistenza e la cura delle persone. A partire poi dall’inserimento di più specialisti”.

Una situazione al collasso, insomma, che richiede senso di responsabilità e ritorno ad avere fiducia in chi gestisce gli ospedali.

I cittadini purtroppo non credono più alle rivoluzioni, alla politica degli annunci e ai cambiamenti epocali sbandierati – ha concluso Simeone – Chiedono fatti e non parole. Pur appartenendo ad un altro schieramento, auspico che il nuovo ministro possa contribuire a risolvere i problemi cronici della sanità. Anche perché penso che in questo Paese non basti ‘avere speranza’ ma ci sia bisogno di essere speranza”.