Goretti
L'ospedale Santa Maria Goretti di Latina

Buone notizie per gli infermieri in provincia di Latina.

La regione Lazio ha autorizzato, con determina del 12 febbraio 2020, le Asl ad utilizzare la graduatoria dell’Azienda Sant’Andrea per i 258 vincitori e per ulteriori 782 idonei per un totale di 1.040 unità infermieristiche.

Questo significa che il sistema sanitario regionale potrà contare, oltre ai vincitori del concorso, di ulteriori 782 unità di idonei in graduatoria per l’annualità in corso.

Proprio la carenza endemica di infermieri negli ospedali e nei presidi sanitari del territorio ha rappresentato e rappresenta un limite, sul piano dell’efficienza ed efficacia, nell’erogazione delle prestazioni.

La graduatoria rimarrà vigente per i prossimi 3 anni e sarà utilizzata per soddisfare il fabbisogno delle aziende sanitarie.

“Stiamo parlando di una delle più grandi procedure concorsuali in Italia per infermieri ed è un intervento che – spiega l’assessore regionale alla sanità., Alessio D’Amato – rientra nelle nuove politiche delle risorse umane nella nostra Regione che ha visto nell’ultimo anno la stipula di 2.869 nuovi contratti a tempo indeterminato. Per la prima volta nel Lazio il numero dei nuovi contratti a tempo indeterminato supera il numero dei cessati per pensionamenti”.

Nello specifico sono state autorizzate: 244 unità infermieristiche per la città di Roma, 99 unità per la provincia di Roma, 68 unità per la provincia di Viterbo, 90 unità per la provincia di Rieti, 131 unità per la provincia di Latina, 57 unità per la provincia di Frosinone, 100 unità per l’A.O. San Camillo, 62 unità per l’ospedale San Giovanni, 22 unità per il Policlinico Umberto I, 30 unità per l’IFO – Istituto Tumori Regina Elena,  21 unità per il Sant’Andrea, 46 unità per il Policlinico di Tor Vergata,  50 unità per l’Ares 118 e 20 unità per l’INMI Spallanzani.