Giuseppe Schiboni

In vista delle ripresa dell’anno scolastico, a San Felice c’è stata una riunione che ha visto al tavolo il sindaco Schiboni gli assessori Felice Capponi e Marco di Prospero con i dirigenti scolastici, i rappresentanti delle famiglie, i responsabili dei servizi del trasporto degli studenti e della mensa, e la Polizia Locale.

Un meeting operativo per cercare di ridurre i rischi sanitari per famiglie, bambini, insegnanti e personale scolastico; alla fine si è deciso di intraprendere ulteriori azioni da aggiungere a quelle già decise in estate, quando il Comune e la dirigenza scolastica hanno lavorato quotidianamente per garantire una ripresa in sicurezza degli studi a settembre.

Garantite la sanificazione delle scuole dopo il quesito referendario e la sistemazione dei nuovi banchi monoposto (i vecchi saranno conservati)  ecco cosa accadrà a partire dal 24 settembre.

VIABILITÀ’ CITTADINA

Apertura della ZTL del centro  storico dalle 8 alle 9 e dalle 13 alle 14.30. In via sperimentale saranno differenziati ingressi e uscite del plesso di Montenero, usando l’ingresso di via Monte Circeo, precedentemente destinato ai soli docenti.

TRASPORTI SCOLASTICI

Assicurati i processi di igienizzazione, sanificazione e areazione naturale, la salita, la seduta durante il viaggio (gestita con marker segnaposto) e la discesa dai mezzi seguiranno le regole del distanziamento fisico. Confermato, seguendo le linee guida del trasporto scolastico, un coefficiente di riempimento non superiore all’80%.

MENSA E PLASTIC FREE

Delle tre soluzioni proposte dal protocollo della Regione Lazio per gli aspetti connessi a igiene degli alimenti e qualità nutrizionale dei pasti, è stata scelta quella del “Consumo dei pasti in classe”.  Con questa soluzione, lo sporzionamento può avvenire in uno spazio idoneamente attrezzato con distribuzione dei pasti in monoporzione e in vaschette separate (termo sigillate all’origine se provenienti da un centro cottura esterno), unitamente a posate, bicchiere e tovagliolo monouso in materiale biocompostabile. Sempre nell’ottica dell’uso di materiali riciclabili, l’assessore Capponi ha suggerito alle famiglie di dare ai bambini  borracce in alluminio per ridurre al minimo il consumo di plastica. Il servizio mensa sarà garantito dal 12 ottobre.

NUOVE STRUTTURE

Gli studenti troveranno al loro ritorno alcune novità. Per il plesso Don G. Capitanio di Borgo Montenero, il Comune ha acquistato due moduli abitativi che saranno posizionati all’esterno della scuola e destinati alla didattica.

Sempre al plesso Capitanio è stata consegnata una palestra, anche questa adibita momentaneamente alla didattica. La struttura, grazie a sezioni rimovibili, potrà essere aperta per far entrare luce naturale e garantire il ricircolo dell’aria.

Al plesso Blanc, presso il centro storico, è stato allestito un parcheggio docenti e sono stati effettuati lavori di adeguamento delle aule. Il vecchio refettorio, abbandonato da anni, è stato riqualificato e  trasformato in aula.

Presso la scuola San Giuseppe di Borgo Montenero, invece, la zona mensa è stata divisa per creare nuove classi.