lunedì 28 Novembre 2022

San Felice Circeo, il comune amplia il servizio di assistenza scolastica e scuolabus

Scuola e sociale sono al centro dell’agenda politica dell’amministrazione comunale di San Felice Circeo, che difatti in questi giorni, facendo fronte alle istanze delle famiglie e dei dirigenti scolastici, ha ampliato i servizi di assistenza scolastica e scuolabus.

Per quanto riguarda il servizio di assistenza scolastica ad alunni con disabilità, l’Ente fino allo scorso anno garantiva 131 ore di servizio aggiuntivo e qualificato tramite la cooperativa sociale “Ninfea”. Quest’anno, i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi “L. Da Vinci” e “O. Cencelli” (quest’ultimo, nel plesso di Mezzomonte, frequentato da alunni residenti a San Felice Circeo), hanno rappresentato l’esigenza di aumentare le ore settimanali di assistenza. L’assessore Felice Capponi, delegato alle Politiche scolastiche, e il consigliere Maria Carmina Nuzzo, delegata al Sociale, si sono immediatamente attivati e nella giornata di ieri, 29 settembre, la Giunta ha deliberato un aumento di 29 ore settimanali sino alla fine di dicembre. “È nostra intenzione – commentano Capponi e Nuzzo – estendere questo servizio sino alla fine di luglio, poiché riteniamo giusto fornire un supporto alle famiglie anche durante i mesi estivi”.

Altra novità

Un’altra importante novità che interessa il mondo della scuola è il potenziamento del servizio scuolabus. Per l’anno scolastico 2022/2023, c’è stato un incremento delle richieste da parte delle famiglie per usufruirne, specie per quanto riguarda il collegamento con il plesso di Borgo Montenero, la cui tratta sino a qualche giorno fa era coperta con due scuolabus da 34 posti ciascuno. «Abbiamo richiesto alla ditta “Europa Viaggi” – spiega l’assessore Felice Capponi – di aumentare il numero di posti e il gestore ha subito provveduto ad acquistare un nuovo mezzo in grado di trasportare 50 alunni a fronte di uno dei due scuolabus utilizzati sino ad ora, che avevano una capienza di 34 posti ciascuno. Al momento, quindi, vi è una copertura di 84 posti con la quale siamo in grado di fornire una risposta concreta alle istanze delle famiglie».

CORRELATI

spot_img
spot_img