merita giustizia
Matteo Salvini

La Lega è pronta ad invadere Latina e provincia.

Lo fa guidata dal suo leader, Matteo Salvini, che ha deciso di aprire a chiudere la campagna elettorale per le elezioni europee del 26 maggio nel territorio pontino.

La decisione è stata assunta nelle ultime ore.

Solo ieri sera è arrivata l’ufficialità.

Salvini sarà a Latina domenica.

L’evento si svolgerà a Piana delle Orme a partire dalle 19:30.

La macchina organizzativa si è messa in moto.

“Avremmo voluto organizzare l’incontro in piazza del Popolo – spiega il consigliere regionale Angelo Tripodi – ma il maltempo, la concomitanza con la partita al Francioni e la mobilitazione legata alle operazioni di disinnesco della bomba a Formia, ci hanno imposto una scelta di buonsenso. Ma torneremo in piazza e, come accaduto sempre, la invaderemo con l’entusiasmo che intorno al nostro progetto politico si sta consolidando ogni giorno”.

Accanto a Matteo Adinolfi ci sono oltre a Tripodi, la coordinatrice comunale, Federica Censi e il vice coordinatore provinciale, Lino Capriglione.

La scelta di Salvini di tornare a Latina dimostra la voglia di radicare ulteriormente il partito che negli ultimi mesi ha incassato altre adesioni tra amminstratori comunali e simpatizzanti in tutta la provincia.

Emozionato Adinolfi fa un passaggio su come il su nome è arrivato nella lista per le europee.

“Non dimenticherò mai il brivido che ho provato quando ho ricevuto la chiamata per andare a firmare l’accettazione della candidatura. Ero a scuola. Avevo dato la mia disponibilità rispondendo, con fermezza, ai criteri che Salvini aveva imposto che sono la militanza, la competenza e l’onestà. Ma aveva anche detto chiaramente che se si riteneva che ci fosse una candidatura migliore avrei fatto un passo indietro”.

La Lega sul nome di Adinolfi andrà a contarsi in una sfida complessa soprattutto per l’ampiezza del collegio elettorale che ricomprende ben quattro regioni, compreso il Lazio.

“Questa non è la candidatura di una persona. Ma la possibilità per tutta la provincia di Latina, per tutti coloro che credono nel progetto che rappresentiamo, di portare le nostre istanze in Europa. penso alle infrastrutture, al turismo, alla odiosa direttiva Bolkestein che rischia di cancellare la storia delle imprese che caratterizzano il nostro litorale, all’agricoltura. Siamo pronti – conclude Adinolfi – a sbattere i pugni in Europa perchè risposte che si attendono da decenni possano trovare concretezza”.

Nei prossimi giorni sul territorio arriveranno altri leader della Lega a partire dal presidente della Regione veneto, Luca Zaia.

Il tour di Salvini in provincia, inoltre toccherà anche altri Comuni tra cui quelli del sud pontino a partire da Fondi.

Le armate hanno iniziato a marciare per conquistare non solo l’Europa ma la regione Lazio e Latina.