punti primo intervento

Si è tenuta questa mattina, presso l’aula consiliare del Comune di Latina, la conferenza locale sociale e sanitaria dei sindaci presieduta dal primo cittadino del capoluogo, Damiano Coletta.

Un incontro in cui si è ribadita la contrarietà alla chiusura dei punti di primo intervento, esprimendo assoluta soddisfazione per la decisione dell’assessore regionale Alessio D’Amato.

Il direttore generale dell’Asl Giorgio Casati ha, infatti, affermato che saranno rimodulati, mantenendo inalterate le loro funzioni. Nei prossimi giorni invierà ai sindaci una delibera di indirizzo e programmazione, per mettere nero su bianco a tutto questo percorso.

Seguirà l’attuazione di un protocollo per le Case della Salute.

Tra gli argomenti affrontati il progetto che prevede l’installazione di defibrillatori pubblici nell’intera provincia, sulla scia dell’iniziativa “Latina città cardiprotetta”.

Ogni città acquisterà due apparecchi e avvierà una fase di formazione per il personale.

Alla discussione odierna ha partecipato anche il professor Francesco Versaci, direttore della Uoc di emodinamica e cardiologia dell’ospedale Santa Maria Goretti.