sabato 2 Dicembre 2023

Saccomanni, da UE nesuno stop a Legge di Stabilità

“Dobbiamo ridurre lo stock del debito e da questo punto di vista tutto è utile”. Con queste motivazioni il Ministro dellEconomia Saccomanni ha spiegato il senso della nuova ondata di privatizzazioni e dismissioni annunciata ieri dal premier Enrico Letta. “Si apre una nuova stagione – ha aggiunto il titolare di Via XX Settembre – in cui l’Italia diventa aperta per gli investimenti internazionali”. La misura sulle privatizzazioni, ha poi precisato “ha caratteristica strutturale dopo un periodo di chiusura”.

Parlando al suo arrivo alla sede del Consiglio europeo per l’Eurogruppo, Saccomanni ha anche voluto replicare al “partito della bocciatura”, precisando che la Commissione Europea non ha chiesto ad alcun Paese la modifica delle leggi di bilancio presentate. “Spiegherò bene le misure che abbiamo preso negli ultimi giorni – ha dichiarato il Ministro –  dal 15 ottobre a oggi sono accadute molte cose come privatizzazioni, spending review e il progetto quote Bankitalia, che secondo noi rispondono a richieste Ue”. Dunque, nessuno stop alla legge di Stabilità da parte di Bruxelles.

Entrando nel dettaglio di alcune tra le misure previste più delicate, oltre al discorso sulle privatizzazioni, Saccomanni si è soffermato sulla questione del rientro dei capitali dall’estero, puntualizzando che quello che il Governo vuole mettere in campo non è “un condono e neppure uno scudo”. Ancora una volta, invece, si tratta di un intervento strutturale perché incide nelle relazioni dello Stato con il contribuente “distinguendo tra il contribuente onesto e collaborativo e il contribuente non collaborativo”.

In effetti le misure sul rientro dei capitali si differenziano dai precedenti scudi varati dall’allora ministro Giulio Tremonti principalmente per la mancanza dell’anonimato e l’aliquota, che non sarà più del 5%, ma intorno al 12%. Si tratta però di una soglia ben lontana dal 20-25% adottato dagli altri paesi europei.

Roberto Miscioscia
Roberto Miscioscia
Classe 86, imprenditore. Esperto di comunicazione. Osservatore delle dinamiche sociali. Amo la filosofia e mi appassionano le neuroscienze. Il mio libro preferito è MINSET di Carol Dweck... il mio film preferito LIMITLESS.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img