Primo caso positivo a Covid 19 a Sabaudia.

Si tratta dell’ex sindaco Salvatore Schintu. La notizia del suo ricovero presso l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina stava circolando da alcune ore.

Poi la conferma arrivata direttamente con un post sui social della sua famiglia.

“Carissimi, non è semplice scriverlo ma dobbiamo comunicarvi che purtroppo da ieri sera nostro papà, Salvatore Schintu, è ricoverato a Latina, ma non in terapia intensiva, perché positivo al tampone Covid-19. Papà è un medico coscienzioso e come tutti gli operatori sanitari ha fatto il suo dovere stando in prima linea. Fin dai primissimi e vaghissimi disturbi (non ha mai manifestato tosse e dispnea) si è messo in auto isolamento ed ha comunicato ai suoi referenti della Asl ciò che stava accadendo

«Grazie a loro e grazie al reparto malattie infettive, dopo un primo test indeterminato, sabato mattina ha eseguito un esame Tac ed un nuovo test che hanno rilevato la presenza nel polmone di aree compatibili con un’iniziale polmonite. È stato quindi ricoverato ed ha iniziato prontamente una specifica terapia antivirale”.

La sua situazione è ora stabile e speriamo che presto si risolva tutto senza complicazioni.

“Non scriviamo tutto ciò per allarmarvi, ma perché su sua richiesta chiediamo a chi dovesse essere entrato in contatto con lui negli ultimi 14 giorni (considerando che da martedì sera non ha più lavorato) e manifestasse sintomi sospetti – come da linee guida ministeriali – di mettersi in contatto con il numero verde dedicato per i residenti nel Lazio 800 118 800 (non recatevi assolutamente in Pronto Soccorso)”.

In tantissimi hanno espresso solidarietà alla famiglia ed augurato pronta guarigione a Salvatore Schintu.

“A scrivere tutto ciò siamo noi familiari che fortunatamente stiamo bene ma che comunque rimarremo in isolamento domiciliare. Vi terremo aggiornati.
Grazie a tutti”.