impianto rifiuti speciali
Il Comune di Sabaudia

La Provincia di Latina ha accolto l’istanza, avanzata dal Comune di Sabaudia, riguardo all’annullamento dell’autorizzazione per l’impianto di rifiuti speciali a Colle d’Alba, nel borgo di San Donato.

L’amministrazione Gervasi aveva contrasto, nelle sedi opportune, l’attivazione per il trattamento e recupero della spazzatura da parte della società Ferpec, ricorrendo alla costituzione in giudizio davanti al tribunale amministrativo regionale.

La struttura avrebbe potuto avere un pesante impatto sul territorio.

Un iter che è stato comprovato da una serie di atti e di accertamenti.

Durante delle verifiche, ad aprile scorso, l’Area vasta tecnica settore VIII ambiente, Suap e Sue ha evidenziato la presenza di abusi edilizi e la rimozione delle opere effettuate in assenza dei titoli abilitativi.

Successivamente, il sito ha messo in luce la non conformità della destinazione d’uso degli immobili rispetto agli atti concessori e la violazione dei lavori.

“La conferma di quanto rilevato dall’azione propulsiva del Comune di Sabaudia arriva – ha scritto l’ente di via Costa – dalla comunicazione delle società stesse da cui si evince la non disponibilità dell’immobile e dell’area destinata allo svolgimento dell’attività (…) rimarcando una condizione diversa da quanto dichiarato”.

Requisiti essenziali che hanno condotto all’annullamento della precedente autorizzazione.