Gessica Notaro

“Dobbiamo capire che solo quando diamo importanza a noi stessi e impariamo a volerci bene, tutti gli altri di conseguenza ce ne vorranno”.

E’ il messaggio lanciato da Gessica Notaro, la modella romagnola sfregiata in volto con l’acido dall’ex fidanzato Edison Tavares il 10 gennaio 2017.

Ospite dell’evento “Sabaudia dice basta”, tenutosi mercoledì 17 aprile, ha raccontato la sua testimonianza.

Forte, cruda, ma utile per sensibilizzare in particolar modo le giovani generazioni sui temi della violenza di genere e della sopraffazione fisica e psicologica.

Con candore e determinazione, Gessica Notaro ha risposto alle domande degli alunni delle scuole elementari e medie di Sabaudia.

“Qualsiasi cosa succeda nella vita di brutto, che non ci piace, che ci fa soffrire – ha sottolineato – prima o poi passa. Ci vuole solo un po’ di pazienza, di costanza, di coraggio. Però alla fine c’è sempre il sole”.

L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale in collaborazione con gli Istituti comprensivi “Giulio Cesare” e “Cencelli”, si è aperta con la proiezione del cortometraggio “Il colore dei pensieri”. Uno short film realizzato dai ragazzi, per la regia di Luca Argentesi.

Durante l’incontro sono intervenuti: l’avvocato del Cts di Latina Sara Mariani, la specialista in psicoterapia Sabrina Melpignano e la psicologa e psicoterapeuta Marina Petrosino.

“Vorrei ringraziare quanti hanno contribuito alla realizzazione dell’ evento – ha affermato il consigliere Francesca Marino – tra cui Gessica Notaro per essersi messa a nudo e per aver condiviso la sua dolorosa esperienza. Che sia per tutti un insegnamento di vita. Un riconoscimento va agli alunni che hanno partecipato, ai due dirigenti scolastici Miriana Zannella e Marco Schicchitano, Luca Argentesi e alla maestra Laura Elmonetto che tanto si è spesa per questa iniziativa”.