giada gervasi

Anche a Sabaudia, come del resto nella quasi totalità degli altri comuni della provincia di Latina, l’anno scolastico non inizierà lunedì prossimo, 14 settembre.

La giunta, guidata dal sindaco Gervasi, ha delibera il prolungamento dei centri estivi autorizzati e ha riattivato ludoteca e centri di aggregazione in aiuto alle famiglie.

L’attività didattica prenderà avvio il 22 settembre per le scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e il 24 settembre per le scuole dell’infanzia e la scuola primaria di Borgo San Donato. 

Il motivo di questa scelta l’ha chiarito proprio il sindaco Giada Gervasi che ha addebitato tale ritardo a dei motivi bene precisi: “Tra tutti – dice la Gervasi – la mancanza di personale docente e collaboratori scolastici aggiuntivi, richiesti al fine di osservare puntualmente tutte le necessarie misure di contrasto e contenimento dei contagi da Covid-19 nelle scuole e non ancora nominati dal Provveditorato agli Studi. Aspetto imprescindibile”.

Insomma, per quanto concerneva il comune tutto ok, ma mancano le nomine ed un periodo particolare come questo non si può iniziare, e poi vediamo, come spesso successo in passato. “Comprendo i disagi – conclude il sindaco – che io stessa vivo come mamma, ma non si poteva fare diversamente. Voglio evidenziare (è giusto che si sappia!) che da due mesi, oltre a quanto già fatto in precedenza, l’Amministrazione comunale ha lavorato in modo tale che fosse tutto pronto per l’inizio della scuola, garantendo aule e spazi idonei. Ma non solo: anche se non di competenza del Comune, abbiamo acquistato banchi nuovi per essere certi che non ci fossero mancanze strutturali”.