sabato 3 Dicembre 2022

Roccagorga, si prospetta ancora “zona rossa”: i contagi non scendono

I numeri relativi al coronavirus non consentono a Roccagorga di uscire dalla zona rossa. Lo aveva spiegato il prefetto di Latina, Maurizio Falco, durante l’ultima conferenza stampa, che la situazione del paese era monitorata e che se i contagi fossero scesi si poteva tornare alla “normalità” dell’ultimo anno. A decidere sarà comunque la Regione Lazio.

Così però non è stato ed è emerso chiaramente ieri nel vertice con il sindaco, Nancy Piccaro. “La situazione non è cambiata – ha spiegato la prima cittadina in diretta Facebook – un po’ perché 15 giorni non sono molti e anche perché la nostra attenzione si era fermata sulle scuole, che abbiamo tenuto abbastanza sotto controllo, i contagi lì stanno scemando, alcuni link familiari causati da bimbi che frequentavano le scuole si stanno spegnando. Nelle ultime ore però si sono aggiunti altri link di contagi. Link di familiari non conviventi, o amicali, significa che non abbiamo capito l’importanza e la validità delle regole che quasi tutti stanno rispettando. I dati ci dicono che non tutti li stanno rispettando.

Ci sono ancora più di 100 casi, proprio come all’inizio della zona rossa, nonostante le guarigioni, questo vuol dire che il trend non scende. Se avessimo in qualche modo contenuto questi nostri stili di vita, che sono la chiave di volta, Autoregolamentarsi vuol dire che non è necessario tutte le mattine andare a fare la spesa, andare a comprare le sigarette, etc.”.

“Dobbiamo capire che ancora per molto tempo dovremo autoregolarci. Devo fare i complimenti ai ragazzi che hanno dato l’esempio di come in modo composto e serio si seguono le regole. Encomiabili perché vi siete sottoposti al tampone e bravissimi”.

CORRELATI

spot_img
spot_img