mercoledì 5 Ottobre 2022

Roccagorga, maltrattamenti nella casa di riposo: gli indagati dal gip

Sono stati interrogati questa mattina alcuni operatori della Casa del sorriso di Roccagorga, arrestati insieme ai proprietari, per maltrattamenti su uno degli ospiti e per sequestro di persona. Davanti al giudice del Tribunale di Latina Pierpaolo Bortone sono comparse Diana Curca e Simonetta Cipriani. La prima si è avvalsa della facoltà di non rispondere ed è rimasta in silenzio davanti al gip. Cipriani invece ha deciso di fornire la propria versione dei fatti e ha risposto alle domande spiegando cosa sarebbe accaduto nella struttura chiusa dal Nas di Latina.

Anche l’interrogatorio del proprietario della casa di riposo Sisto Cipolla e della moglie Giuliana Bonanni erano previsti per questa mattina, ma l’avvocato Gianni Lauretti ha chiesto un termine per preparare la difesa e l’esame è stato rinviato al 6 giugno prossimo. In quella data saranno sentite anche Michela Filippi, Angelica Lupascu e Adriana Sandu.

La vicenda aveva sconvolto la piccola comunità di Roccagorga che è stata suo malgrado protagonista di una notizia di cronaca che ha fatto il giro di tutta l’Italia. Le immagini della signora ricoverata nella struttura che si dimena nella gabbia creata sopra al suo letto, forse per prendere con i piedi la coperta semi caduta a terra, forse per chiedere aiuto o assistenza hanno gelato le coscienze. Diverse anche le intercettazioni ambientali audio-video raccolti dagli investigatori che hanno portato agli arresti.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img