mercoledì 28 Settembre 2022

Roccagorga, Lega e Forza Italia puntano alla riduzione di tasse e imposte. Sindaco e Fratelli d’Italia votano “no”

Le misure socio economiche da mettere in campo a favore della collettività a seguito dell’emergenza “Covid-19” al centro del consiglio comunale di Roccagorga che si è tenuto ieri 26 aprile.

Un’assemblea straordinaria che arriva dopo la convocazione, prevista per il 23 aprile, poi annullata dal sindaco.

in vista di questo appuntamento per dare risposte alla comunità in un momento in cui l’emergenza sanitaria si è sommata a quella economica e sociale Forza Italia e Lega avevano presentato un emendamento mirato all’esenzione totale dell’applicazione di tutti i tributi locali, quali tassa sui rifiuti, per le attività commerciali e artigianali e per tutte le “utenze non-domestiche” per il periodo di chiusura stabilito dai vari decreti della presidenza del consiglio dei ministri.

L’emendamento presentato dai consiglieri di Forza Italia, Lubiana Restaini e della Lega, Maurizio Fusco, è stato respinto mettendo d’accordo sia i consiglieri di opposizione, centrosinistra Pd, che i consiglieri di maggioranza di Fratelli D’Italia e lo stesso sindaco.

“Non si comprende la motivazione di tale “voto contrario”, giustificato dal sindaco e da Fratelli d’Italia con la sola mancanza “del parere di regolarità tecnica”, in quanto l’emendamento presentato e posto in discussione, non prevedeva – spiegano Restaini e Fusco – la modifica al bilancio comunale che doveva certamente riportare il “parere di regolarità tecnica” rilasciato dal responsabile del servizio interessato, ma una proposta politica per sollevare economicamente le attività commerciali e le famiglie in questa delicata fase di ripartenza (Fase 2)”.

Proposto, inoltre, il rimborso delle rette mensili degli asilo nido e degli abbonamenti mensili del trasporto scolastico, per il periodo di chiusura delle scuole a favore di tutti gli utenti che hanno versato anticipatamente le somme dovute (mesi di marzo, aprile, maggio e giugno).

“A favore del grido di allarme delle tante attività commerciali e delle famiglie che in questi giorni non abbiamo mai smesso di ascoltare – concludono i consiglieri Maurizio Fusco e Lubiana Restaini – abbiamo sentito la necessità di portare in discussione proposte concrete di supporto alle loro necessità oggettive ma che molto probabilmente non sono di interesse del sindaco, di buona parte della nostra maggioranza e delle forze di opposizione”.

Alessia Tomasini
Nata a Latina è laureata in Scienze politiche e marketing internazionale. Ha collaborato con Il Tempo e L'Opinione ed è stata caporedattore de Il territorio e tele Etere per la politica e l'economia. L'esperienza nell'ambito politico l'ha vista collaborare con pubbliche amministrazioni, non ultima quella con la regione Lazio, come portavoce e ufficio stampa.

CORRELATI

spot_img
spot_img