Enrico Forte e Nicola Zingaretti

Rimpasto in giunta in vista per la Regione Lazio guidata da Nicola Zingaretti.

L’accordo raggiunto al Governo non poteva lasciare indifferente, infatti, le dinamiche interne alla seconda regione italiana.

In questi giorni le riunioni si svolgono a ritmo frenetico.

Il trasfermento di alcuni fedelissimi del leader del Pd nel neonato esecutivo giallo rosso apre la corsa alle poltrone in quel del Lazio.

A fare gola soprattutto il posto che si libererà con il passaggio di Gianpaolo Manzella, oggi detentore della delega a sviluppo economico, commercio e artigianato a sottosegretario allo sviluppo economico e dell’assessore Lorenza Bonaccorsi, attuale assessore turismo e pari opportunità ad un altro ministero.

Nella rosa dei papabili, ci sarebbe, stando le ultime notizie di radio Pisana, oltre ad un uomo dei 5 Stelle anche il pontino Enrico Forte.

Sulla candidatura dell’attuale consigliere regionale del Pd, espressione della provincia di Latina, si sarebbero spese alcune associazioni di categoria, vicine alla sinistra, che sui tavoli romani contano.

Per Enrico Forte si tratterebbe di un premio alle posizioni sostenute sino ad oggi a sostegno di Nicola Zingaretti nonchè di una realizzazione delle mai, e mal, celate ambizioni personali.

Oggi Forte ricopre la carica di consigliere comunale anche a Latina dove, le ultime vicende politiche e l’avvicinamento con il sindaco Coletta, hanno riportato in auge il contrasto mai sopito con il segretario provinciale del Pd, Claudio Moscardelli che, per l’ennesima volta resterebbe a bocca asciutta.

Nei prossimi giorni a scacchiera completata si comprenderà chi avrà la meglio tra aspirazioni personali, corse alla poltrona e minestroni politici.

La coerenza?

Per il momento si lascia ai posteri perchè il vero tema oggi è governare, con chi è un altro discorso, ovviamente, con buona pace di quel popolo sovrano ormai figurante in un teatro che di politico ha poco.