giovedì 8 Dicembre 2022

Rigenerazione urbana, firmato un protocollo di intesa tra i comuni di Itri, Sonnino e Monte San Biagio

Insieme per affrontare meglio le sfide del futuro. E’ con questo spirito che Giovanni Agresti, Sindaco del Comune di Itri, Luciano De Angelis Sindaco di Sonnino e Federico Carnevale, Sindaco del Comune di Monte San Biagio hanno firmato ieri a Itri una convenzione per la creazione di una ATS dedicata al progetto di rigenerazione urbana.

I progetti di rigenerazione urbana attraverso un insieme di azioni di recupero e riqualificazione dell’ambiente urbano, puntano a vitalizzare e garantire una migliore qualità della vita a chi vi risiede ed a chi vive la città ogni giorno. La legge di Bilancio del 2020 ha previsto lo stanziamento di 28, 5 miliardi di euro da assegnare tra il 2021 d il 2034 ad i comuni che intendono avviare tali processi di rigenerazione.

Cinque milioni di euro l’obiettivo di finanziamento che i tre comuni si sono prefissati di raggiungere. Molto soddisfatta del percorso fin ora compiuto il vicesindaco ed assessore all’urbanistica Elena Palazzo, che ha aggiunto “Sia quello della collaborazione un modello per lo sviluppo in futuro di tutti i progetti che mirano alla crescita del territorio”. “A Itri” continua la Palazzo “punteremo alla rigenerazione del Centro Storico. L’obiettivo è migliorare la qualità della vita dei residenti e dei fruitori di questo quartiere.”

La convenzione stipulata ieri, che sarà attiva sino al 2026 per la rigenerazione urbana, pone le basi per future collaborazioni tra i Comuni, uniti dunque per le sfide che i prossimi anni i progetti del PNRR ci chiama ad affrontare. Il bando che scade il 30 aprile vedrà Itri come comune capofila. Il progetto per la città di Itri è stato già approvato dalla Giunta comunale e vedrà, qualora finanziato, la riqualificazione dei parcheggi del Centro storico, il recupero di alcune strade che non vengono riqualificate dal dopoguerra, e dei percorsi pedonali per permettere più agevolmente di raggiungere il centro storico. Molto atteso è il percorso pedonale che dal parcheggio di Via Campoli porterà direttamente alla collegiata di Santa Maria Maggiore.

CORRELATI

spot_img
spot_img