giovedì 23 Settembre 2021
spot_img

Rifiuti, M5s Latina: “Termovalorizzatore? No grazie!”

Riguardo la gestione dei rifiuti, diversi candidati stanno puntando sulla promozione, in sede regionale, di nuovi impianti di termovalorizzazione sicuri e tecnologicamente all’avanguardia.
Non è dello stesso avviso il Movimento 5 Stelle che, invece, ritiene prioritario un piano finalizzato ad avere il minor impatto possibile evitando ulteriori rischi per la salute dei cittadini e dell’ambiente.
“Non esiste il RISCHIO ZERO negli impianti tecnologicamente avanzati (ne è l’esempio l’incidente in Giappone alla centrale nucleare Fukushima) – afferma il Movimento pentastellato -; stessa cosa dicasi sui mezzi di trasporto che, negli anni, hanno disperso in mare petrolio e agenti chimici. L’errore umano è da considerare sempre, così come il mal funzionamento di un sistema. E il disastro è servito!”.
Priorità assoluta è il raggiungimento di almeno il 70% di raccolta differenziata, al fine di ridurre i costi di smaltimento e il residuo “inerte” non riciclabile, dunque privo di agenti inquinanti, da porre in discarica. La strategia, secondo M5s Latina,  deve essere quella già in atto nei comuni più virtuosi d’Italia che puntano sul riciclo e sul riuso.
Dunque, la via da seguire è l’estensione della raccolta dei rifiuti “porta a porta” a tutto il territorio comunale con particolare attenzione per i rifiuti prodotti dalle attività commerciali. Il tutto, tra l’altro, porterebbe a una riduzione dei costi di smaltimento e di conseguenza a sconti in bolletta per i cittadini con l’applicazione di tariffe puntuali.
Inoltre, per contrastare l’inquinamento industriale devono essere attuate misure di controllo organizzato sul territorio: “Bisogna individuare e realizzare nuovi siti per il trattamento di materiali riciclabili con l’obiettivo di chiudere il ciclo dei rifiuti e diffondere la consapevolezza collettiva del rifiuto come fonte di ricchezza”, riporta in una nota il movimento per il quale importantissima è la sensibilizzazione dei cittadini al concetto che le risorse naturali, come anche le materie prime, non sono illimitate.
Sono già in programma la pubblicazione di video, informazioni e incentivi su portali web e pagine Facebook del comune per favorire la diffusione del messaggio concernente l’importanza della salvaguardia ambientale.
“Per noi i rifiuti non possono più essere un business per certi privati, anche a costo di prendere decisioni impopolari, ma necessarie per tutelare i cittadini, la loro salute, l’ambiente dunque gli interessi della città di Latina e relativi borghi” conclude il comunicato di M5s Latina.
Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img