Il Lazio è la prima regione italiana ad aver introdotto la figura del green manager.

Si tratta di un professionista qualificato che opera all’interno di grandi società pubbliche e private al fine di promuovere e realizzare importanti interventi di sostenibilità ambientale, risparmio idrico ed energetico, acquisti verdi, sviluppo della raccolta differenziata e riciclo dei materiali di scarto.

Il percorso è stato avviato da tempo ed oggi arriva ad un punto di svolta.

Sono stati premiati, infatti, i primi 35 “Green Manager” del Lazio.

Gli attestati sono stati assegnati dall’assessore regionale al Ciclo dei Rifiuti, Massimiliano Valeriani, e dal direttore generale dell’Arpa Lazio, Marco Lupo.

Il corso di formazione per formare i Green Manager è sostenuto dalla Regione e curato dall’Arpa Lazio.

Ssi compone di 40 ore di lezione e 30 ore necessarie all’elaborazione di un project work.

Al termine del corso i professionisti ricevono un attestato finale e possono procedere con l’iscrizione all’elenco certificato gestito dall’Arpa.

L’obiettivo è creare una rete composta sia da esperti che da realtà aziendali, accomunati da investimenti in ottica di sostenibilità, collaborando tra loro scambiandosi best practices ed esperienze professionali.

“Con l’istituzione e la formazione del green manager prosegue l’impegno della Regione – spiega Massimiliano Valeriani, assessore regionale al Ciclo dei Rifiuti – per sostenere interventi di contrasto alla produzione di rifiuti e incentivi per sostenere la corretta gestione della raccolta differenziata”.

Il progetto rientra nel programma ‘Lazio Plastic Free’ per contrastare l’uso della plastica e ridurre la produzione di rifiuti.

Cinque le azioni cardine: riduci, recupera, ricicla, rigenera e riusa.

“L’accoglienza molto positiva dell’iniziativa di formazione ci ha sorpreso piacevolmente. Le domande di partecipazione – conclude il direttore generale dell’Arpa Lazio, Marco Lupo – sono state così numerose da indurci ad attivare da subito due sessioni consecutive del corso, la seconda delle quali prenderà il via nei prossimi giorni”.