Una commissione congiunta, bilancio ed ambiente, con non pochi grattacapi per l’amministrazione Coletta.

Soprattutto perchè la riunione si è svolta a ridosso della sentenza del Consiglio di Stato che, ribaltando la decisione del Tar, si è abbattuta come un macigno sulla scelta operata dal Comune di Latina e dal sindaco Coletta.

Ma sulla vicenda portata sul tavolo dal consigliere del gruppo misto Salvatore Antoci che ha chiesto chiarimenti prima di iniziare con i punti previsti all’ordine del giorno, la giunta Coletta ha chiuso ogni discussione e fatto fronte comune.

L’assessore Proietti ha spiegato che la giunta sta approfondendo gli effetti del verdetto.

E tutti hanno sottolineato che non è a rischio la continuità del servizio da parte di Abc, ma sarà cura dell’azienda speciale approfondire i termini della questione attraverso i propri legali.

Nel corso della riunione sono stati approvati il piano economico e finanziario per il servizio di igiene urbana del Comune di Latina e le tariffe della Tari, la tassa comunale sui rifiuti.

Su questo ultimo punto l’assessore ha spiegato che quella di quest’anno è in linea con quella del 2018 dal momento che il piano economico del servizio rifiuti resta sostanzialmente inalterato, con una lievissima diminuzione di circa 4mila euro.

Entrambe le delibere andranno ora in consiglio comunale.

Gli altri punti all’ordine del giorno relativi da ABC saranno invece discussi nella seduta di lunedì.