sabato 3 Dicembre 2022

Rifiuti, Antoci: LBC “scarica” i cittadini onesti

Il consigliere comunale Salvatore Antoci, ha pubblicato sulla sua pagina social un accorato quanto frustrato messaggio ricevuto da un concittadino di Latina sullo stato di degrado in cui versa la città:

“Il marciapiede dietro i tre cassonetti tutti rotti, è invaso dai rifiuti di ogni genere – scrive l’uomo corredando di foto il suo messaggio – compreso scarti edili, materassi ecc., arriva un furgone, scendono tre tipi loschi e cominciano in pieno giorno a scaricare le finestre vecchie e altro materiale gettandoli letteralmente su marciapiede”.

L’uomo racconta poi di aver memorizzato la targa e di essersi rivolto alla Polizia Locale con questi risultati: 9 minuti di attesa per il reparto reati ambientali, nessuna risposta, 4 minuti reati edilizi nulla. Alla fine la sala operativa che risponde: “Non possiamo accettare la targa fornita da lei in quanto dobbiamo beccarli in flagranza di reato! Mi dia il punto esatto che lo segnalo all’ABC che mettono le foto trappole”.

Il cittadino risponde che è un punto caldissimo sicuramente noto alla società incaricata. “Ho detto che posso anche testimoniare e ribadito che è praticamente impossibile che li becchino in quei pochi minuti che scaricano, che un’altra volta ho fatto la foto al SUV del proprietario di un bar qua vicino e sono stato aggredito e pesantemente minacciato, chiamato loro mi hanno detto che anche le foto sono inutili. Ma niente, risposta infastidita: grazie e arrivederci”.

L’uomo si dice disperato perché, in pratica non riesce ad uscire di casa senza tornare con il magone per lo scempio continuo cui è costretto ad assistere.

“Comprendo perfettamente la rabbia, la frustrazione, l’indignazione e il magone del cittadino che mi ha scritto – è la risposta di Antoci -. La comprendo per essermi trovato decine di volte nella sua stessa situazione, per essermi sentito dire ‘non possiamo farci nulla’ a volte persino con quel tono di voce che trasmette un messaggio ancora peggiore e cioè ‘sei un rompiscatole, stai turbando la quiete, impara a vivere, sei tu il problema, non chi vorresti denunciare’. La comprendo perché LBC, che avrebbe potuto e dovuto porre fine a questo scempio ripristinando la legalità e buon senso, si è invece trasformata nel guardiano dello status quo”.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img